Menu
TCR 705 Leica

TCR 705 Leica

Sconto: € 0,00
5503 DR200 Trimble

5503 DR200 Trimble

Sconto: € 0,00
5605 DR200 Trimble

5605 DR200 Trimble

Sconto: € 0,00
A+ A A-

LAVORO DI POMPEI

Come promesso, un breve video del lavoro di Pompei. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato a questa magnifica esperienza.

Visualizza al link riportato

 

 

EIMA SHOW - Articolo su Dronezine

Estate rovente per i droni in agricoltura. A Pavia Parrot ha mostrato il suo Disco AG, il tuttala agricolo low cost a un evento organizzato da DronEzine e dalla scuola di volo Club Astra di Mezzana Bigi, effettuando il rilievo multispettrale di un vero campo di mais. SAL Engineering, Provvedi Group e MRN Electronic hanno invece dimostrato in volo le loro soluzioni  alla collettiva Dronitaly@EimaShow, In entrambe le occasioni, le aziende della filiera dei droni hanno tenuto workshop informativi e preso contatto con agronomi, contoterzisti, e proprietari di aziende agricole interessati a utilizzare i droni per la loro attività.

Droni a Perugia (Casalina di Deruta)

DCIM100MEDIADJI_0274.JPG

DCIM100MEDIADJI_0274.JPG

Nemmeno il tempo di riprendere fiato che il giorno dopo si riparte subito per Perugia, o meglio Casalina di Deruta, dove i droni sono stati le star  della prima edizione di EIMA Show, manifestazione dimostrativa di macchine e tecnologie per l’agricoltura, che si è svolta 28 e 29 luglio. L’evento promosso da Umbria Fiere, Coldiretti Umbria, Università di Perugia, Fondazione per l’Istruzione Agraria e FederUnacoma, ha richiamato  agricoltori, terzisti e operatori, intervenuti per vedere e toccare con mano le più innovative macchine agricole e i sistemi dedicati all’agricoltura di precisone. Grazie all’accordo stipulato tra Mirumir e FederUnacoma, le aziende SAL ENGINEERING, PROVVEDI GROUP e MRN Electronic, che hanno aderito alla collettiva Dronitaly@EimaShow, hanno effettuato dimostrazioni di volo, svolto workshop informativi e preso contatto con agronomi, contoterzisti, e proprietari di aziende agricole interessati a utilizzare i droni per la loro attività.L’utilizzo dei droni nell’ agricoltura di precisione è in grande e continua diffusione, perché trasportano in quota sensori multi spettrali , laser scanner, termocamere in grado di raccogliere dati e informazioni altrimenti impossibili da ottenere

Perché i droni piacciono agli agricoltori Tre sono i temi che guidano lo sviluppo dell’agricoltura 4.0: produttività, competitività e sostenibilità ambientale, come è stato ribadito i relatori intervenuti al convegno ”L’agricoltura di precisione: obiettivi, applicazioni, prospettive” e nel successivo workshop di SAL Engineering. L’obiettivo è produrre di più , a minor costo e a ridotto impatto ambientale e in questo i droni sono preziosi alleati. I velivoli a pilotaggio remoto consentono infatti agli operatori agricoli di tenere sotto controllo la corretta crescita delle piante, prevenendo i problemi che possono compromettere porzioni di coltivazione. Precisione e velocità di analisi garantiscono efficienza e tempestività dell’intervento. Chi può contare su dati precisi può dosare erbicidi, pesticidi e fertilizzanti utilizzandoli solo dove servono davvero e nelle giuste quantità. Questo si traduce in risparmio di denaro per l’azienda agricola e minor impatto ambientale a beneficio della salute dei consumatori.

Prossimo appuntamento la partecipazione collettiva ad AGRILEVANTE 2017 (Bari 12-15 ottobre) e la contestuale organizzazione di convegni e seminari sull’impiego dei droni nell’agricoltura di precisione.

EIMA 2017 - CASALINA DI DERUTA

EIMA 2017 - 28-29 Luglio 2017 - CASALINA DI DERUTA

SULL'AGRICOLTURA DI PRECISIONE

Saremo presenti con le nostre soluzioni a EIMA 2017 - Venite a trovarci ....

 

Le indagini NDVI in Agricoltura

 

Le piante e la Fotosintesi
La clorofilla è una sostanza presente in tutte le piante, essa è parte fondamentale della pianta e svolge un ruolo molto importate per il suo ciclo vitale.
Le piante nel processo di fotosintesi clorofilliana sfruttano la radiazione solare per sintetizzare alcune sostanze che verranno successivamente metabolizzate.
Non tutta la radiazione solare è coinvolta in questo processo, solo alcune lunghezze d’onda hanno un ruolo fondamentale.
Infatti solo alcune di esse vengono assorbite , altre invece vengono riflesse.

Come si può notare dall’immagine qui sotto, una pianta sana ha un assorbimento elevato di lunghezze d’onda prossime al colore Blu e al colore Rosso.
riflette il Verde (per questo vediamo le piante di questo colore) e soprattutto riflette molto infrarosso (NIR) invisibile all’occhio umano.

 

Spettro Visibile e Fotosintesi

 

 

In questa immagine si può notare come la pianta sulla sinistra risulti bianchissima (riflette molto IR) mentre gli edifici sono meno influenzati rispetto alla vegetazione.

Un giardino visto all’infrarosso

 

Cos’è l’indice NDVI e a cosa serve ?

Usando speciali macchine fotografiche capaci di vedere sia lo spettro visibile che il vicino infrarosso possiamo calcolare il rapporto tra l’assorbimento del blu e rosso e la riflessione dell’infrarosso facendo questo si ottiene l’indice NDVI, ovvero l’indice di vigoria della pianta.

 

Questa è la formula che viene usata.          

             

 

L’indice ha una scala cromatica che serve velocemente ad individuare le zone di stress vegetativo dalle zone più rigogliose.
Normalmente i valori vanno da +1 a -1 e rappresentano con i valori positivi la vegetazione in salute e con i negativi, zone con vegetazione morta, terreni o agglomerati urbani.

 Esempi di scale NDVI

 

Indagine NDVI in un vigneto

Ortopanoramica di un vigneto , con elaborazione NDVI di una porzione
Le zone verdi sono ricche di clorofilla, le zone rosse sono prive di vegetazione .

 

Confronto immagini al Visibile e NDVI

 

Questo è un volo fatto su un vigneto nel mese di luglio, si evidenzia subito nella parte destra una maggiore vigoria delle piante (colore Rosso) rispetto ai due vigneti posti a fianco (sinistra e centrale)